Polinesia Francese, il paradiso naturale a Fakarava

La Polinesia Francese conta  118 isole, di cui la metà circa sono abitate, divise in cinque arcipelaghi: le isole Tuamotu, le Australi, le Marchesi, le Gambier e le isole della Società. Fakarava è un atollo lungo 60 km e largo 21 delle isole Tuamotu. Popolazione: poco più di 600 abitanti..

Avete presente il paradiso? Esiste, sì, esiste. Ma non è un paradiso di quelli tutto lusso e sberluccichii, quello patinato dei cataloghi dei viaggi di nozze. Non ci sono resort con gli overwater, non ci sono servizi, non ci sono persone!

E noi l’abbiamo scelta per questo, la più selvaggia tra tutte, a un ora e mezza-due di navigazione nella laguna, dall’aeroporto verso sud, verso la pass, senza incontrare un’ imbarcazione, senza vedere una casa sulla costa lungo il tragitto. Niente, solo palme, rocce e mare di cristallo. Che invece che essere niente, per noi è tutto.

fakarava

Polinesia Francese: a Fakarava una capanna da sogno.

Viaggio di nozze classico: vai in agenzia e fai la lista nozze, quello che spendi spendi. Due, tre, quattro isole e te ne torni a casa col portafoglio vuoto. Perché si sa: la Polinesia Francese è un salasso.

Viaggio di nozze nostro: stai a casa 30 giorni con la polmonite e studi il viaggio scrivendo ai locali via chat. Allo stesso prezzo di un’agenzia viaggi che ci proponeva 3 isole, Thaiti, Moorea e Bora Bora per 10 giorni, noi abbiamo fatto 21 giorni di Polinesia (più Los Angeles qualche giorno) girando 8 isole.

Non è che si può considerare proprio un viaggio low cost, ma siamo stati bravi a tagliare il tagliabile

Anche la corrente elettrica.

fakarava

Quindi arriviamo in questa pensioncina Raimiti, gestita da una bellissima famiglia francese, che già il nome delle capanne è chiaro indice dello stato dei luoghi.. Le Robinson sono capanne fronte laguna placida, senza bagno (c’è ma esterno e se piove, di notte.. affari tuoi) senza porta, senza finestre, senza corrente elettrica. In dotazione solo un tetto di paglia, un letto piccolo con zanzariera appesa al tetto e una lampada a olio.

fakarava

fakarava

Le capanne Crusoe invece sono più grandi, sono fronte oceano impetuoso, hanno un letto normale, le finestre e una porta(!!), un bagno interno e la corrente elettrica.

isole della polinesia

Adesso: se un pò ci conoscete avrete già capito quale abbiamo scelto. E non per la differenza economica irrisoria tra le due tipologie.

Volevamo vivere la Polinesia immaginandola come poteva essere prima dell’avvento del turismo di lusso.

E non potevamo fare scelta migliore.

Il proprietario della pensione che ci ospita, ci spiega come funziona da loro, ci lascia due lampade a olio e ci fa scaricare i bagagli. Poi ci chiama per la cena soffiando in una conchiglia ripetutamente. Noi con la nostra lampada, schiviamo granchi e vegetazione e raggiungiamo la capanna adibita alla colazione, pranzo, cena, dopocena, ritrovo… e lo stupore è stato vedere tutto rigorosamente illuminato a olio, senza pavimento, solo coralli e sabbia e una decina di tavolini. Per cena il pescato del giorno: una sola opzione, o ti piace o niente, altro che resort! Eppure non potevamo fare scelta migliore.

Raimiti

L’animazione consiste in un molo proteso verso la laguna, con 4 sedie di plastica in fondo, per guardare le stelle, e qui, che di luce artificiale non ce nè, ne vediamo tantissime e abbaglianti.

Polinesiapolinesia

Polinesia Francese: Fakarava e le sue spiagge deserte

Non c’è spiaggia di fronte alla pensione, solo rocce di corallo. Dobbiamo farci portare ogni giorno in barca dal nostro amico proprietario Eric e i suoi due cani pescatori di squali. Ogni giorno però cambiamo meta. Anche se non cambiassimo però, sarebbe comunque splendido.

Cani pescatori

Una spiaggia magnifica dove ci portano e dove scattiamo infinite foto è una lingua di sabbia orlata di palme che si protende all’infinito. Servizi ZERO, solo l’ombra delle palme, altissime. Compagnia? Sì, una coppia che viene con noi e poi si disperde nella vegetazione, più un gruppo di maiali selvatici, dei paguri e razze a quantità. Ci verranno a prendere tra qualche ora, la barca se ne va e noi siamo soli nel nulla. Ci sentiamo un pò come Tom Hanks in Cast Away, una distesa infinita di mare cristallino e palme solo per noi.  Non vorrei sembrare troppo romantica, ma credo che sia una delle spiagge più belle che si possano immaginare.

polinesia
fakarava
polinesia
polinesia
polinesia

Però di spiagge belle in giro per il mondo ce ne sono infinite e la Polinesia Francese è costellata di spiagge da sogno. Ma se pensate di arrivare fino a Fakarava è perché volete vedere la grande fauna marina, a partire dall’immenso squalo martello, visto in immersione.

Fakarava e la straordinaria varietà di fauna marina

Esiste un posto a Fakarava, la pass sud chiamata Tumakohua, dove facendo del semplice snorkeling sulla barriera corallina si vedono un’ infinità di squali di barriera, ma anche squali grigi e lilmone, pesci pappagallo, chirurgo, napoleone, angeli imperatori, murene, tartarughe..

pass sud fakarava

Ci vogliono circa 30 minuti di navigazione per arrivare dalla pensione Raimiti alla pass sud di Fakarava. Qui c’è un altro villaggetto con poche capanne, una pensioncina, un centro immersioni e dei pescatori. E poi c’è lui, Napoleone. Un pesce napoleone credo addomesticato che vive in pochi centimetri d’acqua e che cerca il contatto umano per farsi accarezzare. Da non credere: non ho mai accarezzato un pesce.. da vivo..

polinesia

La limpidezza di queste acque non ha eguali e il non turismo di massa rende questo luogo unico. La luce che c’è sott’acqua è pazzesca e vediamo lontanissimo. Non ho mai nuotato con così tanti squali accanto in vita mia, e non sono proprio piccoli, diciamo una media di 2 metri i più vicini, in lontananza esemplari più grandi. Mio marito fa un’immersione nella pass sud che credo ricorderà tutta la vita, circondato da centinaia di squali. Le pass sono degli ampi corridoi che mettono in comunicazione il mare aperto con le grandi lagune degli atolli, dividendo la barriera corallina dalla laguna. Le forti correnti e l’acqua molto ricca di vita, richiamano i grandi predatori marini.

squali polinesia

squalo pinna nera

Il momento più bello? Quando vediamo una manta gigante nuotare, anzi, volare sopra le nostre teste e ci rendiamo conto di quanto sia prezioso e delicato questo luogo.

La Polinesia, Fakarava soprattutto, è uno di quei  luoghi dove ritemprarsi e ritrovarsi. Dove bastano davvero pochi elementi naturali per stare bene.

Perché qui, la natura è un qualcosa di straordinario.

polinesia francese

Coming soon  … altre 7 isole della Polinesia Francese

Seguici su Instagram o Facebook (Treuominieunadonna) per rimanere aggiornato!

Ti potrebbe piacere anche:

Thailandia con i bambini : nella giungla a conoscere il popolo mon

Vinales con i bambini, tra piantagioni di tabacco e un mare da sogno